Il 9 settembre è ripartito l’OR-AperiTech Live dopo la pausa estiva…

La presentazione dell’M5StickC a cura di Alessandro Giacomel, che ha realizzato una mini stazione barometrica,

L’evento OR-AperiTech è un appuntamento on-line tra Maker e appassionati di tecnologia. Organizzato da Officine Robotiche,  come descritto nel primo articolo.

La Stazione Barometrica, oltre all’M5Stick, utilizza un modulo aggiuntivo (la piccola estensione bianca, posta sopra il contenitore arancione,  che si vede nella foto seguente), che contiene:

  • DHT12        –   sensore di umidità e di temperatura
  • BMP280     –   sensore di pressione
  • BMM150    –  sensore magnetico per la rilevazione dell’angolo rispetto al nord magnetico.

La potenza di questo modulo è che può essere connesso tramite WiFi alla rete, può trasferire dati in locale o anche in Cloud, con Thinsgspeak, come nell’esempio mostrato da Giovanni.

ThingsPeak

Questo è un primo esempio pratico, speriamo di farne seguire altri, per ora per dimostrare come, anche senza troppe conoscenze elettroniche, si possano realizzare in modo facile cose che richiederebero varie competenze. Un esempio, specifico per questo caso, i sensori sono collegati tramite bus I2C, comunicazione seriale tra dispositivi vicini, al microcontrollore. Se uno prende i singoli sensori e li collega, anche tramite una breadboard (senza scomodare circuiti stampati e saldatore) deve conoscere, e quindi studiare, i vari datasheet dei componenti per sapere, a esempio, se sono tutti alimentati alla stessa tensione (ce ne sono da 3.3v e da 5v), nel caso contrario dovrà prevedere degli adattatori di livello. Le librerie si trovano già fatte per il mondo Arduino, quindi non è necessario scrivere il codice da zero, ma anche combinare sensori di vendor differenti potrebbe comportare delle difficoltà, non alla portata del neofita. Ulteriore passo potrebbe essere scriversi le librerie per proprio conto, o modificare le esistenti, ma in entrambi i casi è necessario dover conoscere a fondo lo standard, oramai anche datato, dell’I2C, per gestire le temporizzazioni tra la linea di clock e quella dei dati.

Tutto questo per dire che il nostro intento è avvicinare più appassionati possibile al mondo dell’elettronica in genere, della programmazione o della robotica, nel modo più semplice possibile. Non deve voler dire, però, rimanere sempre sulla superficie delle conoscenze senza mai approfondire e scoprire il perché accadono. Qundi, una possibile soluzione potrebbe essere scoprire cose nuove, possibilmente appassionarcici, e poi approfondire. Perché studiare cose che ci piacciono è molto ma molto più facile!

Trovarete in  M5Stick-stazione-barometrica-v2.pptx_.pdf  le slide della presentazione durante l’evento.

E la registrazione Qui nel nostro Canale YouTube, nel quale vi potete iscrivere.

Autore del OR-AperiTech: Alessandro Giacomel

Giacomel

Ingegnere elettronico, laureato in automazione nel secolo scorso, quando i robot erano appannaggio solo di aziende grandi. Poi la vita lo ha portato in un’altra direzione.

Quando Arduino ha cominciato a diffondersi ha ripreso ad appassionarsi nuovamente ai robot e a tutti gli aspetti del movimento maker.  Negli anni ha realizzato decine di robot amatoriali di tutte le forme e fogge. Ha cercato di rimanere fedele al mondo di Arduino, per spirito di patriottismo.  In particolare, è sempre stato interessato alla relazione tra robot e arte: può un robot fare arte? E quindi hs sperimentato con il disegno, la poesia, la musica. Da parecchio tempo combatte per realizzare un robot che dipinga. La strada è ancora in salita, ma non demorde.

This site uses cookies. Find out more about this site’s cookies.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: